RISTORANTI

ZI' TERESA

Il Borgo Marinari e' un luogo unico, dominato dal bellissimo castello e dallo spettacolo del golfo di Napoli. Qui troverete uno dei ristoranti piu' famosi della citta', proprio sul porticciolo, con tavolini esterni e sala interna climatizzata. L'ambiente elegante, la cortesia del servizio e l'aria di mare vi predisporranno ad assaporare le specialita' della casa, prevalentemente a base di pesce, per finire con i dolci della tradizione partenopea, il tutto accompagnato da vini soprattutto locali.

DA NENNELLA

Nel cuore di Napoli nei quartieri spagnoli a pochi passi da via Chiaia.La pizzeria Nenella è un pizzeria/fast-food/pizzeria da asporto tra via Santa Caterina da Siena e vico Mortelle; la pizzeria oltre ad avere il forno a legna è anche polleria. Il pollo che potrete gustare non è il classico pollo allo spiedo, ma viene cotto e insaporito nel forno a legna, in questo modo si aggiunge alla carne un sapore diverso da quello che abitualmente siete abituati a gustare. Ci sono poi i panuozzi che sono davvero eccezionali e naturalmente le pizze classiche della tradizione napoletana ; personalmente vi possiamo consigliare la classica pizza fritta napoletana ,una vera specialità nella migliore tradizione napoletana.

MIMì ALLA FERROVIA

Una storia lunga più di sessantanni. Era il 1943 e "Mimì" alla ferrovia nasceva nel mese di settembre. Nel corso degli anni,quella che prima era una trattoria nel cuore della vecchia Napoli, la quale era frequentata dai più celebri personaggi napoletani, quali TOTO', i De Filippo e molti altri, oggi è diventato un punto di riferimento per tutti i napoletani e non. Ingrandito e rinnovato, ma non mutato nelle tradizioni culinarie e di affidabilità tipicamente napoletane: i magnifici piatti che "Don Mimì" offre ai suoi ospiti,ora come una volta, sono all'insegna della genuinità degli ingredienti e dell'abilità della preparazione. Un anedotto divertente lega in maniera indelebile il ristorante alla vita di Totò e alla storia del cinema: nell'immediato dopoguerra Totò si esibiva nel teatro Orfeo (attaccato al ristorante) e gli fu conseganto in camerino un piatto di spaghetti al pomodoro; ma da Mimì dimenticarono di consegnare le posate, così Totò tra una scena e l'altra dello spettacolo mangiò gli spaghetti con le mani. Scena incredibile che il principe De Curtis volle riportare, come lui stesso confidò, nella famosa scena della commedia "Miseria e Nobiltà".

LA BERSAGLIERA

Anno di grazia 1919. La storia di un ristorante che, nel angolo di mare più suggestivo della città, respira tutta l'anima di Napoli. Donna Emilia Del Tufo, la Bersagliera, avviò l'attività del ristorante destinato a diventare uno dei più famosi di Napoli, presente tra gli itinerari d'obbligo per i visitatori della città.Sul molo sottostante via Partenope, tra barche, reti, nasse e panni stesi al sole, donna Emilia preparava da mangiare per la numerosa famiglia impegnata nel noleggio di barche. Ma poi passò anche ad approntare semplici colazioni a base di fumanti vermicelli e mescite di vino a marinai e studenti. E così, con modestia e tenacia, con serietà e cortesia, ha conquistato il cuore e il palato dei suoi ospiti. Anche nella cucina La Bersagliera, luciana verace non si è lasciata tentare da infedeltà alla tradizione. Sulle tavole imbandite con semplicità non offre piatti troppo ricercati o necessariamente innovativi: la carta propone gustose ricette popolari, approntate al momento, con sincerità e cura. Le pietanze ricordano la cucina semplice inventata dal popolo dei luciani, base di una gastronomia povera di ingredienti, ma ricca di sapori e di profumi, senza artifizi, gradita a principi, dive e gente comune.

CIRO A SANTA BRIGIDA

Luogo di culto per gli amanti del buon mangiare. Nella centralissima via Santa Brigida, caratteristica stradina nel centro strorico della città, il locale semplice e di gusto è attento ad ogni esigenza dei suoi ospiti. Una linea di pensiero e una filosofia relativa al mangiar bene, ovvero: usare materie freschissime, non adulterate, non sofisticate; usarle con perizia, con garbo, con fedeltà alle antiche ricette della buona cucina napoletana; presentarle con decoro estremo, con un servizio inappuntabile, con una premura mai opprimente e con una cordialità senza enfasi; rispettare queste regole per offrire una lista variatissima, sempre di pietanze scelte, pulite, sanissime da potersi ordinare a occhi chiusi, con un sorriso di confidenza. Ottimo e il pesce e una deliziosa frittura di paranza. Una garanzia.

© 2015 - RESIDENCE CHIAIA 32 - TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 08093491218 - Web Agency